Parrocchia S. Giacomo Brescia - Unità Pastorale "Card.Parroco G.Bevilacqua"
Parrocchia S. Giacomo Brescia - Costituzione Unità Pastorale 5 giugno 2016
Parrocchia S. Giacomo Brescia - La Comunità
Parrocchia S. Giacomo Brescia - La Catechesi
Parrocchia S.Giacomo Brescia - La Preghiera
Parrocchia S.Giacomo Brescia - L'Oratorio
Parrocchia S.Giacomo Brescia - La Carità
Parrocchia S.Giacomo Brescia - La Liturgia
Parrocchia S.Giacomo Brescia - L'Eucarestia
Parrocchia S.Giacomo Brescia - La Storia

Il Vangelo della Domenica

Paolo VI Santo

  

Don Faustino va a Bagnolo Mella

Don Faustino Pari è il nuovo parroco di Bagnolo Mella.

Nato a Pontevico nel 1966 e ordinato nel 1991, ha svolto i seguenti servizi pastorali: curato nella parrocchia di Maria Madre della Chiesa (1991-1998); curato nella parrocchia di San Nazaro e Celso (1998-2004); responsabile della segreteria per la visita pastorale (2000-2006); parroco "in solidum" di S. Anna in città dal 2005 al 2008; parroco di S. Antonio di Padova in città dal 2004; parroco di Sant'Anna dal 2008; parroco di San Giacomo dal 2013; parroco-coordinatore dell'unità pastorale cardinale parroco Giulio Bevilacqua (S. Antonio, S. Anna e S. Giacomo) dal 2016.

Salutiamo e ringraziamo don Faustino e gli auguriamo un buon cammino nella nuova comunità bagnolese.

 

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Opere Misericordia Corporali
1. Alloggiare i Pellegrini
2. Dar da bere agli assetati
3. Seppellire i morti
4. Visitare gli infermi e gli ammalati
5. Vestire gli ignudi
6. Visitare i carcerati
7. Dar da mangiare agli affamati
Opere di Misericordia Spirituali
1 - Consigliare i dubbiosi
2 - Insegnare agli ignoranti
3 - Ammonire i peccatori
4 - Consolare gli afflitti
5 - Perdonare le offese
6 - Sopportare pazientemente le persone moleste
7 - Pregare Dio per i vivi e per i morti
L'ho incontrato: non c'è amore più grande
Cosa vuol dire evangelizzare all'interno dell'oratorio? A questa domanda vuole rispondere l'itinerario oratoriano 2016/17 dal titolo "L'ho incontrato. Non c'è amore più grande!"

Missioni

  • TORNEO DEI RIFUGIATI

    Anche se gli spettatori di S.Giacomo non c’erano(colpa nostra che non l’abbiamo pubblicizzato) il 18 Giugno c’è stata una delle giornate del Torneo dei Rifugiati, iniziativa ideata dal nostro gruppo missionario, ma poi realizzata e impostata da Lorenzo di Casa Marcolini per problemi”assicurativi” e logistici. E’ stato un pomeriggio di Sport con la S perchè […]

    Leggi altri articoli: Missioni

    La Parola

    • Vangelo del 26 giugno2016

      C’è qualcosa di radicale nella vocazione a seguire Gesù (è una caratteristica di ogni cristiano autentico) che ci sconvolge. Si potrebbe essere tentati di invocare una particolarità di modo di pensare, perfino di linguaggio, per addolcire o stemperare gli argomenti del Vangelo. Eppure abbiamo ogni interesse a prendere il Vangelo per ciò che è, ed […]

      Leggi altri articoli: laparola

      Agenda Sport

      • Non ci sono ancora eventi...

      Don Antonio Polana nuovo parroco U.P “P.Bevilacqua”

      Don Antonio Polana, 63 anni, originario della parrocchia di Santo Spirito in città, è il nuovo parroco delle parrocchie di S. Anna, di S. Antonio di Padova e di S. Giacomo in città e parroco coordinatore dell’Unità pastorale Cardinale-Parroco Giulio Bevilacqua

      Il sacerdote, ordinato nel 1981, ha svolto il suo ministero a Molinetto di Mazzano, dove è stato curato dal 1981 al 1989, a Cellatica, sempre come vicario parrocchiale, dove è rimasto dal 1989 al 1996. In quell'anno il vescovo lo invia come parroco a servizio delle comunità parrocchiali di Armo, Bollone, Magasa e Turano, dove resta sino al 2001, quando parte come fidei donum per il Venezuela. Sono del 2011 il rientro a Brescia e l'assunzione della guida, come parroco, della comunità di Nigoline Bonomelli. 

      La Pastorale digitale secondo la prospettiva “dell’umanità mediale” – don Alessandro Palermo (elementidipastoraledigitale)

      Sul numero 12 (dicembre/2016) della Rivista nazionale “Orientamenti pastorali”, troverete alcune linee teologiche pastorali sulla possibile relazione tra Chiesa, Web e social media. Con il mio articolo La pastorale digitale secondo la prospettiva dell’umanità mediale (pag 54-61) più che definire un’azione, desidero mostrarvi tre cose. Ecco qui una sintesi:

      1. L’umanità mediale: presupposto per l’azione pastorale nel digitale

      Per capire cos'è la pastorale nel digitale, come si fa e perché bisogna praticarla, diventa utile convincersi che l’umanità è ormai mediale: oggi l’uomo, la società e le esperienze di comunicazione senza i media, rischiano di ritrovarsi incompleti; i media, in particolare i social media, sono diventati una condizione “necessaria” per la comunicazione umana. Pertanto, rimanere indifferenti alla cultura digitale, non considerarla come elemento portante dell’umanità, non consentirà di attivare nessun tipo di comunicazione pastorale, sociale e istituzionale.  continua-->

       

      Costituzione Unità Pastorale 5 Giugno 2016 ore 18.30 a S.Antonio – Registrazione Audio

      Alla scoperta di Elia, colui che accoglie la sua vocazione
      Alla scoperta di Elia, colui che accoglie la sua vocazione
      Alla scoperta di Elia, colui che accoglie la sua vocazione
      Alla scoperta di Elia, colui che accoglie la sua vocazione
      Alla scoperta di Elia, colui che accoglie la sua vocazione
      Alla scoperta di Elia, colui che accoglie la sua vocazione

      Storia della Parrocchia

      • Storia di San Giacomo

        Sulla strada, che uscendo dalla porta occidentale della città, conduceva a Milano, presso il ponte sul Mella, si trovava nel Medioevo l’Ospizio di S.Giacomo. Del complesso assistenziale attualmente rimane soltanto la bella chiesetta romanica, ancora visibile sul fondo di via Milano. L’ospizio è documentato a partire dal XII secolo, ma è probabile sia stato costruito […]

        Gianmaria Frusca (Jimmy): La bellezza della Parola di L.Zanardini (Voce del Popolo)

        frusca01Entrato in Seminario dopo il liceo classico, ha maturato la sua scelta vocazionale in oratorio e in famiglia, in particolare la testimonianza missionaria del fratello Simone gli ha aperto nuove prospettive. E poi ha incontrato la figura di San Francesco con l’invocazione “Signore, dimmi quello che vuoi per me”

        La bellezza e l’entusiasmo di vivere il Vangelo nella vita di ogni giorno ritornano spesso nelle sue parole, perché “il Signore ha vinto” un po’ la sua “timidezza attraverso tante persone e tante occasioni che l’hanno tirato fuori dalla vita ordinaria”. Don Gianmaria Frusca ha incontrato Cristo all’oratorio, in famiglia e sulla via di Assisi. In oratorio, perché in quel di Monticelli Brusati, paese natale, ha trovato un sacerdote che nel 2006 gli ha offerto un’opportunità come catechista dei ragazzi delle medie. “Accanto a catechisti eccezionali ho scoperto che la vera bellezza era Gesù Cristo e poco alla volta ho cominciato ad appassionarmi....    continua a leggere (click qui)

        Agenda

        • Nessun evento



        L’Omelia di Domenica. Mons. G.Canobbio

        Nostro fratello Giuda d.Primo Mazzolari